venerdì 16 maggio 2014

#NeVadoFiero

L'idea viene un bel giorno a Stefania di Diqua&Dilà :raccontare 3 azioni quotidiane di cui andare fiera, che contribuiscono a cambiare l'umanità.
Obiettivo impegnativo ma, come in tutte le avventure, si inizia dalle cose piccole, a cambiare il mondo, si inizia un passo alla volta, un'azione alla volta.
Passando di blog in blog, la staffetta arriva fino a me grazie alla fantastica Ale de I viaggi dei Rospi, donna e mamma speciale, moglie di un carissimo amico, e che presto avrò la fortuna di incontrare!


La prima cosa di cui vado fiera è quella di essere una mamma consapevole sin da quando Niccolò era piccolo. Mi sono informata, ho studiato e letto tantissimo, sono sempre stata attenta a trasmettergli valori positivi, il rispetto per gli altri, per la natura, l'importanza di esprimere le proprie idee e le proprie emozioni e di saper ascoltare quelle degli altri. Volersi bene e trattare se stessi con rispetto. Ho cercato di trasmettergli valori importanti e fatto capire come ascoltare il proprio corpo che si auto cura. Il piacere del contatto con la natura, fare l'orto insieme, stupirsi di un cielo rosa, osservare i piccoli animali e insetti.
Essere mamma consapevole mi ha fatto divenire una persona migliore che si mette sempre in discussione, facendo scelte dettate sempre dalla buona ragione e dal seguire i ritmi della natura, che meglio di tutti sa e fa. Ho cercato sempre di fare la scelta più giusta per lui, la più sostenibile e la più naturale, dall'allattamento allo svezzamento, dalle medicine alternative alle attività creative.
Ho imparato a riscoprire e dare valore all'istinto materno condividendo ogni volta questo approccio con le altre mamme, anche a rischio di allontanarle. Diventare mamma è stata la cosa più bella che poteva accadermi e viverla cosi' consapevolmente e intensamente mi ha sicuramente reso una persona diversa, che continua a crescere ogni giorno.



La seconda cosa di cui vado fiera è fare parte di un Gas ( gruppo acquisto solidale). Condivido la filosofia e il valore del consumo critico, fuori dalle leggi del mercato dell'industria che ci vede solo come consumatori, non più come persone.
Mi piace lanciare il messaggio di spogliarci da questo consumismo sfrenato e ritornare alle cose semplici della vita, in ogni aspetto, dall'alimentazione alla cura del corpo.



Infine, sono fiera di aver scelto una scuola statale montessori per mio figlio, con tutti i sacrifici che comporta, ma mai paragonabili agli innumerevoli benefici, nonostante i sacrifici, le critiche, le difficoltà, i dubbi,  ora so di aver fatto la scelta giusta, so che questo contribuirà a farlo crescere serenamente e diventare una persona consapevole, autonoma, indipendente e migliore per questo mondo. Una scuola che tutti i bambini dovrebbero avere l'opportunità di frequentare, fatta di piacere per l'apprendimento, di rispetto, fiducia e responabilizzazione. Sono profondamente convinta che per avere un mondo migliore bisogna iniziare dai bambini, e il primo passo è il rispetto e la fiducia in loro.



Ora passiamo alle mie nomination.

Passo il testimone a Erica, cuoca dolce e appassionata, 
Simona  camaleontica, simpaticissima e frizzante
e Giada adorabile mamma blogger.

Ricordate di usare l'hashtag #nevadofiero per condividere il post sui social e di nominare altre 3 blogger!


4 commenti:

  1. Grazie Valentina...... spero di riuscire ad onorare questa nomina ^_^

    RispondiElimina
  2. sono sicura che lo farai! :)

    RispondiElimina
  3. Vale... che dire...orgogliosissima di averti ceduto il testimone!! Perché leggendoti, mi ritrovo ancora di più in linea!! Non vedo l'ora di vederti, e credo che mi sembrerà di conserti da sempre!!
    Un abbraccio enorme!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te Ale, anche io non vedo l'ora di conoscerti finalmente, peccato vivere lontane, avremmo potuto fare mille cose insieme!! :)

      Elimina